skip to Main Content
Programma Di Navigazione Del Ponte Bayonne

Programma di navigazione del Ponte Bayonne

Il programma di navigazione del ponte Bayonne dell’Autorità portuale di New York e New Jersey (PANYNJ o PA) è il più recente destinatario del premio Envision® Silver per la sostenibilità, conferito dall’Istituto per le infrastrutture sostenibili (ISI). Il quadro di infrastrutture sostenibili di Envision valuta la sostenibilità in cinque categorie: qualità della vita, leadership, allocazione delle risorse, mondo naturale, clima e rischio. Queste aree chiave contribuiscono a impatti sociali, economici e ambientali positivi su una comunità durante la pianificazione, la progettazione e la costruzione di progetti infrastrutturali.

L’Autorità Portuale ha lavorato in stretta collaborazione con la joint venture per la progettazione (HDR e Parsons Brinkerhoff / WSP, con AECOM come consulente per la sostenibilità) e la joint venture per la costruzione (Skanska e Kiewit) per realizzare questo progetto sostenibile pluripremiato.

Contesto e ambito del progetto

Il Bayonne Bridge è il quarto ponte più lungo ad arco in acciaio al mondo ed è stato il più lungo al mondo al momento del suo completamento nel 1931. Questo storico punto di riferimento ingegneristico, progettato dall’ingegnere strutturale americano-svizzero (ed ex ingegnere capo dell’Autorità Portuale) Othmar H. Ammann, attraversa lo stretto di marea di Kill Van Kull, lo stretto corpo idrico che collega il porto di New York a quattro dei principali terminal di container dell’Autorità Portuale. Costruito prima dell’era del trasporto containerizzato, il ponte fu originariamente costruito a 150 metri sopra l’acqua. A causa dell’altezza limitata del ponte, negli ultimi anni i caricatori sono stati costretti a utilizzare navi più piccole, meno efficienti e ambientalmente meno preferibili per portare merci nella regione. Per risolvere questo problema, nel 2010, il PANYNJ ha annunciato la sua decisione di preservare il Bayonne Bridge innalzando il ponte stradale a 215 piedi per consentire il passaggio di navi più grandi e più efficienti.

Benefici

Oltre a preservare una struttura storica, questo progetto va a beneficio della regione New York-New Jersey in molti modi. Navi più grandi e più efficienti che fanno scalo ai porti della PA producono una migliore qualità dell’aria per la regione. Il progetto comprende anche corsie più larghe, spalle e divisori mediani, che insieme rendono il ponte più sicuro per i conducenti, e presenta una nuova pista ciclabile e una passerella conforme ADA. Il ponte è stato progettato anche per non escludere il futuro servizio di trasporto pubblico.

Ulteriori fattori che hanno contribuito al premio Envision Silver del progetto includono:

Investire nella regione: tra il 2014 e il 2018, il progetto ha sostenuto quasi 2.800 posti di lavoro e ha fornito oltre $ 240 milioni di salari per l’intero settore delle costruzioni. Inoltre, un’analisi completata dal Corpo degli ingegneri dell’esercito statunitense ha rilevato che l’innalzamento del ponte produrrà uno sviluppo economico nazionale di oltre $ 3 miliardi preservando la sostenibilità a lungo termine del commercio locale e dei posti di lavoro esistenti nella regione.

Conservazione delle risorse storiche e culturali: il progetto ha preservato il più possibile il ponte originale, compreso l’arco in acciaio originale. Questa strategia ha anche ridotto l’impronta di carbonio del progetto riducendo al minimo la necessità di produrre e trasportare nuovi materiali.

Gestire la sostenibilità in tutto il progetto: l’Autorità Portuale ha implementato un solido sistema di gestione della sostenibilità, dalla pianificazione alla costruzione. Il progetto ha aderito alle linee guida interne di progettazione sostenibile di PANYNJ, che ha fornito il quadro principale per la valutazione e l’attuazione di strategie sostenibili. Le linee guida PANYNJ sono state adottate per integrarsi bene con Envision.

Migliorare la qualità dell’aria: si prevede che questo progetto si tradurrà in una riduzione delle emissioni regionali da parte delle navi che fanno scalo ai terminal dell’Autorità Portuale, a causa dell’efficienza aggiuntiva delle navi più grandi e più nuove. Inoltre, i contratti di costruzione hanno richiesto diverse misure di mitigazione per ridurre gli impatti sulla qualità dell’aria durante la fase di costruzione del progetto.

“Il forte impegno dell’Autorità Portuale per la sostenibilità e lo sviluppo economico regionale a lungo termine si è manifestato attraverso la pianificazione, la progettazione e la costruzione del programma di liquidazione per la navigazione del Bayonne Bridge”, ha affermato Melissa Peneycad, Managing Director di ISI. “Il significato storico del ponte di Bayonne è stato preservato per le generazioni a venire, portando il ponte agli standard più recenti in materia di accessibilità e includendo una flessibilità sufficiente per futuri miglioramenti come l’aggiunta del trasporto di massa. Questo è un progetto di cui la regione può e dovrebbe essere estremamente orgogliosa. A nome di ISI, sono lieto di assegnare questo progetto a Envision Silver per infrastrutture sostenibili. ”

 

Back To Top