skip to Main Content
Il Progetto Di Miglioramento Della Disinfezione Della Contea Di Fairfax Ottiene L’Envision Gold

Il progetto di miglioramento della disinfezione della contea di Fairfax ottiene l’Envision Gold

Il progetto di miglioramento della disinfezione presso l’impianto di controllo dell’inquinamento Noman M. Cole, Jr.(NMCPCP) di proprietà e gestito dal Dipartimento dei lavori pubblici e dei servizi ambientali della contea di Fairfax (DPWES) ha ottenuto un premio Envision Gold per la sostenibilità.

Il NMCPCP è un impianto di trattamento delle acque reflue da 67 milioni di galloni al giorno (mgd) nella contea di Fairfax, in Virginia. L’impianto aveva un vecchio sistema di disinfezione con ipoclorito di sodio che aveva bisogno di essere riabilitato o sostituito. Attraverso una valutazione dettagliata delle alternative, la disinfezione a ultravioletti (UV) è stata selezionata come soluzione scelta.

Il progetto include un impianto UV, un deposito ausiliario di sostanze chimiche e un impianto di alimentazione, disinfezione separata per il riutilizzo dell’acqua / scopi dell’acqua dell’impianto, stazione di pompaggio dell’acqua di riutilizzo, stazione di pompaggio dell’acqua dell’impianto, stoccaggio e pompaggio di controlavaggio del filtro, un nuovo tubo di deflusso e miglioramenti elettrici associati. Sotto la guida innovativa del DPWES della contea di Fairfax, il progetto di miglioramento della disinfezione è il primo progetto di lavori pubblici nella contea che utilizza la realtà virtuale per migliorare i processi di progettazione e costruzione. È anche il primo nella contea a utilizzare il metodo alternativo di consegna del progetto Construction-Management-At-Risk (CMAR); un metodo in cui il direttore della costruzione si impegna a consegnare un progetto entro un prezzo massimo garantito, consente un approccio più basato sulle qualifiche per selezionare appaltatori e produttori di apparecchiature e aiuta a semplificare il processo di costruzione. L’approccio collaborativo alla consegna del progetto ha permesso al team di progetto di essere proattivo nel trovare soluzioni innovative ai vari problemi e preoccupazioni del progetto non appena sono emersi.

La contea di Fairfax DPWES continua a lavorare in stretta collaborazione con il loro ingegnere progettista, Hazen e Sawyer, e il loro CMAR, Ulliman Schutte Construction, per la consegna di questo premiato progetto sostenibile che è attualmente completo al 49%.

“Siamo onorati che questo sia il secondo premio Envision ottenuto dal DPWES della contea di Fairfax. I progetti di servizi di acque reflue, anche se potrebbero non essere visibili alle comunità in cui operano, creano attivamente comunità più vivibili e resilienti “, ha affermato Guiying Xiao, Project Manager di DPWES. “Siamo sempre stati guidati dai principi di sostenibilità durante tutta la pianificazione e l’implementazione del nostro progetto e siamo fortunati a fornire benefici ambientali, sociali ed economici alla comunità. Lavorare a fianco dei partner della comunità che valorizzano la sostenibilità e supportano sforzi come questo ha aumentato l’impatto positivo sui nostri corsi d’acqua locali. ”

“Dal 2010 Ulliman Schutte è stato un partner privilegiato con la contea di Fairfax su vari progetti di miglioramento del design-offerta-costruzione presso NMCPCP. Essere membro del team CMAR in collaborazione con Hazen e Fairfax County è stata un’esperienza incredibile. Attraverso una forte collaborazione durante la precostruzione e il passaggio alla costruzione, il team è riuscito ad aggiungere valore al progetto incorporando idee innovative in un design già incentrato sulla sostenibilità “, ha affermato Joshua Pavlus, Project Manager di Ulliman Schutte.

“Dal 2013, siamo stati entusiasti di collaborare con la contea di Fairfax su questo importante progetto per continuare il loro processo di rinnovamento delle infrastrutture e aiutare la contea a mantenere le prestazioni stellari al NMCPCP. L’aggiunta di questa valutazione Envision Gold al progetto, rappresenta un grande risultato per l’intero team di progetto mentre procediamo nella costruzione e presto nelle operazioni effettive. L’impegno globale per la sostenibilità da parte di tutto il team è impressionante e questo premio è il riconoscimento di ciò che l’industria delle acque reflue fa ogni giorno – protegge il nostro ambiente e la salute “, ha dichiarato Matt Van Horne, Project Manager di Hazen per questo progetto.

“Questo progetto dimostra innovazione e leadership nella sostenibilità”, ha affermato Melissa Peneycad, Amministratore delegato di ISI. “Sono lieto di presentare il premio Envision Gold per l’infrastruttura sostenibile alla contea di Fairfax e ai suoi partner di progetto per il progetto di miglioramento della disnfezione.”

Il framework delle infrastrutture sostenibili di Envision valuta la sostenibilità del progetto in cinque categorie: qualità della vita, leadership, allocazione delle risorse, mondo naturale, clima e resilienza. Queste aree chiave contribuiscono a impatti sociali, economici e ambientali positivi su una comunità durante la pianificazione, la progettazione e la costruzione di progetti infrastrutturali.

I fattori chiave che contribuiscono al progetto Disinfection Improvements che ha ottenuto un premio Envision Gold includono:

Salute e sicurezza pubblica e dei lavoratori una priorità assoluta

All’inizio del progetto il team ha intrapreso una valutazione dettagliata delle alternative di disinfezione. Uno dei criteri principali utilizzati per valutare le alternative era il lavoratore e le implicazioni per la salute pubblica e la sicurezza associate alle tecnologie considerate. Il sistema UV selezionato per lo stabilimento supera i requisiti normativi di sicurezza sia per i lavoratori che per il pubblico. Ad esempio, il sistema di disinfezione UV è stato progettato per fornire le dosi necessarie per tutte le portate attuali e previste per la durata del progetto, garantendo una disinfezione affidabile delle acque reflue scaricate a Pohick Creek. Inoltre, il progetto incorpora numerose caratteristiche di sicurezza innovative per garantire la sicurezza dei lavoratori durante le operazioni e le attività di manutenzione vicino ai canali UV, tra cui: coperture avvolgibili orizzontali su ciascun canale UV per mitigare i rischi di caduta associati ai canali aperti durante le attività di manutenzione; una distanza minima di 3 piedi attorno a tutte le attrezzature per consentire al personale un accesso migliore e più sicuro tra le attrezzature; un approccio di controllo per le coperture dei canali che garantisca che il funzionamento locale sia possibile solo nella gamma visibile dei canali; e le luci lampeggianti nella sala di disinfezione si attivano quando le coperture dei canali UV si spostano per avvisare il personale ed evitare incidenti.

Collaborazione e lavoro di squadra efficaci attraverso l’uso di un metodo di consegna del progetto innovativo

Il metodo di consegna del progetto CMAR utilizzato in questo progetto incoraggia la collaborazione e il lavoro di squadra tra il proprietario, l’ingegnere e l’appaltatore lavorando insieme su base continuativa per tutta la durata del progetto, a partire dalle prime fasi di progettazione fino alla fine della costruzione e della messa in servizio del progetto. Il metodo CMAR aiuta a ottenere input dall’appaltatore durante le fasi di progettazione del progetto, il che porta a un progetto più economico, più costruibile e spesso più sostenibile. Come parte del processo CMAR per questo progetto, è stato completato uno studio di ingegneria del valore per aumentare il valore della progettazione del progetto attraverso una migliore funzionalità, riduzione del capitale e del costo del ciclo di vita mantenendo un progetto di alta qualità che soddisfa le esigenze delle parti interessate e obiettivi generali del progetto.

Protezione della disponibilità di risorse di acqua dolce

Il team del progetto ha condotto un’analisi approfondita dei requisiti idrici per il progetto e ha trovato molti modi per ridurre l’uso di acqua potabile per le operazioni degli impianti, proteggendo così la disponibilità di risorse di acqua dolce nell’area. Di conseguenza, l’uso di acqua potabile per questo progetto sarà limitato agli usi a contatto umano come lavaocchi di emergenza e stazioni doccia, lavaggio delle mani e acqua potabile. I miglioramenti alla disinfezione e al pompaggio dell’acqua dell’impianto consentono una maggiore affidabilità di questa risorsa all’interno del sito NMCPCP. Questa acqua di impianto viene utilizzata per tutte le attività non potabili presso il NMCPCP, inclusi acqua spray, servizi igienici, idranti da giardino e bavaglini per tubi flessibili, riducendo in tal modo in modo significativo l’uso di acqua potabile. In totale, il progetto è in grado di produrre fino a 8,7 mg di acqua di pianta trattata per l’uso all’interno della pianta e 6. 6 mgd di acqua di riutilizzo per usi fuori sede. La contea di Fairfax ha un forte programma di riutilizzo dell’acqua che fornisce approvvigionamento idrico di alta qualità per usi locali presso la vicina struttura di termovalorizzazione, un campo da golf nelle vicinanze e un’area del parco nelle vicinanze. Questi usi compensano il consumo significativo di acqua potabile, aumentando così la disponibilità a lungo termine delle risorse di acqua dolce nell’area come il fiume Potomac su cui si basano gran parte della contea e della regione metropolitana di Washington.

Riduzione dell’uso chimico nell’impianto

La natura del processo di disinfezione UV elimina due importanti usi chimici nel NMCPCP: ipoclorito di sodio per disinfezione e bisolfito di sodio per declorazione. Questo aiuta a proteggere più specie in Pohick Creek. L’eliminazione di questi importanti usi chimici offre numerosi altri benefici sostenibili al NMCPCP e alle comunità circostanti. Un vantaggio significativo è la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra derivante dalla riduzione del numero di consegne di camion necessarie per trasportare questi prodotti chimici liquidi al NMCPCP. Un minor numero di camion comporta anche una minore congestione del traffico locale, il che è sempre un vantaggio in un’area urbana sviluppata come la contea di Fairfax. Inoltre, la riduzione dello stoccaggio e dell’uso di sostanze chimiche nel sito riduce l’esposizione del personale della contea a possibili problemi di sicurezza derivanti da tali sostanze chimiche.

Riduzione dell’impronta di carbonio e delle emissioni di gas a effetto serra

Il progetto ha incluso due componenti principali che hanno contribuito a ridurre l’impronta di carbonio e le emissioni di gas a effetto serra dell’impianto: eliminazione dell’ipoclorito di sodio e bisolfito di sodio e modifica della linea di grado idraulico dell’impianto. Il passaggio alla disinfezione UV riduce il carbonio incarnato netto associato alla produzione di ipoclorito di sodio e bisolfito di sodio. Inoltre, la modifica della linea di qualità idraulica dell’impianto ha consentito la completa eliminazione di una stazione di pompaggio con conseguente risparmio energetico operativo e riduzione delle emissioni di gas serra.

Back To Top